La voce della radio

Testo e musica di Carlo Audino

"Allora: siamo pronti per il prossimo brano? 
Comunque vada, ovunque ti trovi 
hai sempre me, la tua amica radio, al tuo fianco"
La voce della radio mi tiene compagnia
dolcissimo è il tuo tocco di femminilità

     Ho conosciuto una ragazza che non so scordare
     con occhi verdi di cristallo e un biondo da toccare
     con le sue labbra dolci non so come fare
     con le mie labbra di cartone non so se provare… 
     …oh…ma noi…noi parliamo sempre…

          E piano piano scenderà
          la tua voce qui in città
          tu dolce amica che sai capire me
          la mia cara radio che è con me
          sempre qui al mio fianco

          Fra non molto so che manderai
          la mia canzone ma lei non l'ha capita mai
          un ghiaccio a pezzi sulla schiena proverà
          per non aver amato mai
          abbastanza me…oh me…

La voce della radio mi tiene compagnia
c'è un'auto che sorpassa la moto dietro me…

     Ma proprio lei non ha capito e non so come fare
     e poi fuggo sulla radio per dimenticare
     qui la mia amica fa la speaker, è in onda già da un'ora
     la sua voce da cartone che mi fa impazzire…
     …sei tu…tu…tu qui con me…

               Ed ora sognerò
               che i suoi cristalli verdi
               nel biondo confonderò
               le mani calde attorno alle sue
               la luce è rossa

               Sei in onda, si lo so
               ti aspetto qui in silenzio
               che mandi la pubblicità
               ancora dei secondi e poi
               qui con me, ne ho bisogno

               Ogni sogno che farò
               con la mia amica radio
               mi segue ovunque andrò
               la sua dolcezza è sempre qui
               qui con me, per sempre

CREDITS

Carlo Audino : voce, cori e chitarre

Carlo Maria Micheli : sassofono contralto

Riccardo Taddei : tastiere e piano

Simone Ceracchi : basso

Luca Fareri : batteria

Registrato presso LR STUDIO nel mese di Maggio 2021

Arrangiamenti di Carlo Audino e Riccardo Taddei

Testo e musica di Carlo Audino


Approfondimento

Una grande amicizia con una ragazza che fa la speaker in una radio locale. Questo è il sunto de La voce della radio, un brano che scrissi qualche anno fa proprio per una grande amica che mi aiutò in un difficile periodo della mia vita dove ero davvero innamorato ma non ricambiato! Ho scritto per lei varie canzoni ma la più bella è quella che ho composto per la mia amica speaker (che poi si identifica con la radio stessa, visto che lo staff era tutta una grande ed affiatata famiglia). Ricambiavo la sua amicizia con i più assurdi e fantasiosi jingles pubblicitari che poi mandavano in onda con grande divertimento. Anche questo capitolo della mia vita è stato molto importante e mi ha insegnato che l’amicizia con l’altro sesso può esistere, eccome se può esistere! Ancora adesso quando la incontro per strada ci salutiamo da grandi amici che non si vedono da una settimana, ed invece sono passati anni durante i quali, mentre io ero all’estero, lei ha lasciato la radio, si è sposata, ha avuto figli e, recentemente, ha combattuto con un gravissimo male ma ce l’ha fatta! E’ sempre lei, qui, sorridente e con la sua voce da fumetto, da cartone animato!


Aspetto tecnico

Questa registrazione è stata più che travagliata! Ho registrato una voce temporanea, giusto per farla sentire agli altri musicisti (Riccardo, Simone, Luca e Carlo il sassofonista) con la ripromessa di rimetterla fatta per benino appena pronto tutto il resto. Invece ho avuto un problema al cuore per cui sono stato operato con una certa urgenza. E così, con un intervento in corso a cuore aperto, gli altri ragazzi sono andati avanti e Riccardo ha fatto qualche piccola correzione, come poteva, alla mia voce temporanea, immaginando che avrei anche potuto non farcela e questa sarebbe stata la mia ultima canzone! Anche nel video ho voluto sottolineare il momento difficile che ho attraversato, lasciando intravedere una parte del taglio che mi hanno fatto sul petto! Beh, tutto è bene quel che finisce bene, solo che ormai era troppo tardi per rifare tutte le registrazioni della voce e così è rimasta come la senti adesso. Da notare l’incertezza dell’ultima strofa e di “qui la mia amica fa la speaker ed è in onda già da un’ora”, parti che avevo appena modificato e che quindi stavo leggendo al momento durante la registrazione volante! 🙂



TORNA SU